Come recuperare gli anni scolastici perduti

Come recuperare gli anni scolastici perduti

Promozioni a rischio
La fine dell’ anno scolastico si avvicina, e per alcuni studenti e genitori è un momento stressante in quanto si trovano di fronte alla possibilità di perdere l’ anno. Avere una buona comunicazione con gli insegnanti, rafforzare il contenuto con video educativi e sviluppare un programma di attività a casa sono alcune delle tecniche che i genitori dovrebbero prendere in considerazione per il recupero degli anni scolastici dei loro figli. Come specialisti dell’ istruzione e formatori di futuri professionisti, il nostro dovere è quello di promuovere il benessere e lo sviluppo della comunità, e ove necessario dare indiciazioni su come recuperare gli anni scolastici; in questa opportunità, forniamo alternative affinché gli studenti possano recuperare le loro classi nel miglior modo possibile”.

Avere un atteggiamento di ascolto. Tenete a mente che tutti hanno commesso errori e sentito “ti ho detto così”.

Non minacciate di rimuoverli dallo studio, ma cercate subito una scuola, soprattutto se lo studente sceglie perché a volte l’ ambiente non è favorevole.

Ci deve essere un atteggiamento riparatore da parte dello studente. Vale a dire, non una punizione in quanto tale, ma è chiaro che deve correggere questo atteggiamento. A tal fine, devono essere fissati obiettivi che siano raggiunti (meno di permessi lunghi, meno indennità, ecc. Le punizioni in cui l’ intera famiglia finisce colpita non lavorano, come la cancellazione delle vacanze.

Esaminare il processo di follow-up che i genitori hanno fatto ai loro figli perché a volte atteggiamenti come le chiamate scolastiche o le note non presidiate possono causare questa situazione. In questo modo, prendere misure preventive.
Una volta iniziato l’ anno scolastico
Durante le vacanze di dicembre è quasi impossibile incoraggiare lo studio, ma una volta arrivato gennaio, creare un curriculum per il tempo libero e una volta che inizia l’ anno scolastico. Non aspettatevi che il vostro bambino sia in cima alla classe perché sta ripetendo. In questa fase, perdono e dimenticanza avrebbero già dovuto essere generati. Non per mettere di nuovo in faccia quel tempo, ma per imparare da esso.
Studenti: come assumerlo e come dirlo
Si supponga di aver perso un anno scolastico e non un anno di vita.

  • Assumere con l’ apprendimento e fare un’ autovalutazione per guardare il lato positivo della situazione e continuare verso una nuova opportunità.
  • Non propensione alla diserzione accademica o alle scuole semestrali.
  • Parlare con i genitori in un momento di calma e profondo rispetto per i loro sentimenti, in quanto il padre non solo fa un investimento monetario, ma ha anche illusioni e aspettative con i suoi figli.
  • Non solo per venire con la notizia della perdita dell’ anno, ma per offrire loro soluzioni e un piano di emergenza.

Genitori: come riceverli
Avere un atteggiamento di ascolto. Tenete a mente che tutti hanno commesso errori e sentito “ti ho detto così”.

Non minacciate di rimuoverli dallo studio, ma cercate subito una scuola, soprattutto se lo studente sceglie perché a volte l’ ambiente non è favorevole.

Ci deve essere un atteggiamento riparatore da parte dello studente. Vale a dire, non una punizione in quanto tale, ma è chiaro che deve correggere questo atteggiamento. A tal fine, devono essere fissati obiettivi che siano raggiunti (meno di permessi lunghi, meno indennità, ecc. Le punizioni in cui l’ intera famiglia finisce colpita non lavorano, come la cancellazione delle vacanze.

Esaminare il processo di follow-up che i genitori hanno fatto ai loro figli perché a volte atteggiamenti come le chiamate scolastiche o le note non presidiate possono causare questa situazione. In questo modo, prendere misure preventive.

Metodo di recupero degli anni scolastici

Spieghiamo qui cinque tecniche importanti che i genitori dovrebbero applicare per aiutare i bambini a recuperare il tempo perduto:

  • 1 informarsi. Richiedere nel centro educativo le materie che saranno realizzate mensilmente per sapere quale sarà il percorso del programma scolastico.
  • 2 Suggerimenti. Propone che gli insegnanti diano la priorità alle aree della comunicazione, della logica-matematica, della scienza e della cittadinanza a livello secondario e della comunicazione e della matematica a livello primario.
  • 3 Conversare con i ragazzi. Parlate con loro delle questioni apprese e seguite il loro processo di recupero per rispettare gli impegni accademici dell’ anno.
  • 4 Video Educativi. Scegliete video didattici e giochi di ruolo che permettano di lavorare in parallelo e rinforzino i temi sviluppati in classe.
  • 5 Organizzare i vostri studi a casa. Creare un programma di ore dedicate allo studio a casa.

Vendita climatizzatori Torino

 

Ubicazione dell’unità interna ed esterna

Ogni volta che assembleremo una macchina per il condizionamento dell’aria, la prima cosa è vedere dove posizioneremo le due unità (interno ed esterno) ) Tenendo conto del fatto che dipende da dove viene posizionata l’operazione, le prestazioni e il comfort possono cambiare enormemente. Molti dei difetti che si verificano nell’aria condizionata derivano principalmente da una posizione errata di una delle 2 macchine.

Unità interna

Nel caso di un’unità interna, la prima cosa che dobbiamo sempre tenere a mente è che l’aria che esce dalla macchina non può darci pieno quando è il tè funziona, cioè, se vogliamo fare l’installazione in un salotto non metteremo mai la console di fronte al divano. Tenendo presente ciò otterremo sempre il massimo del comfort e un clima ottimale per le persone.

Scarico e corrente elettrica

Ora dobbiamo considerare che l’unità interna ha bisogno di uno scarico per evacuare l’acqua che genera per condensa e una presa elettrica per poter funzionare. A seconda del tipo di macchina (split, condotto, ecc …), dobbiamo vedere quali opzioni dobbiamo evacuare l’acqua ed effettuare il collegamento elettrico.

La cosa normale in un’installazione divisa, che sono le più frequenti, è mettere il drenaggio verso l’esterno della casa (a meno che non abbiamo pre-installazione e questo già ha scarico). A seconda di dove dobbiamo portare lo scarico, dovremo inserire la macchina.

Il drenaggio di una macchina per il condizionamento dell’aria deve portare qualche pendenza in modo che l’acqua scorra per il suo stesso peso e non ci siano problemi di gocciolamento, non è conveniente mettere molti metri di drenaggio lineare, quindi assicuriamo una buona evacuazione dell’acqua di condensa e una buona estetica all’interno e all’esterno della nostra casa.

Seguendo l’esempio di una console split, la corrente elettrica può prenderlo da una spina vicina, quindi è anche conveniente mettere la divisione il più vicino possibile per non avere molti metri di cavi e grondaie, preservando così una buona estetica nella nostra stanza o nel luogo in cui effettuiamo l’installazione.

Pertanto è importante che quando si installa un climatizzatore si tenga conto di questi 3 punti per la posizione dell’unità interna :

  • Non dall’aria diretta al pe
  • Vicinanza alla strada (o scarico abilitato) per evacuare l’acqua.
  • Presa elettrica nelle vicinanze.

Questi 3 punti fanno parte della posizione dell’apparecchiatura e devono essere sempre presi in considerazione prima di eseguire installazione

Unità esterna

Per individuare correttamente l’unità esterna, si consiglia di evitare le aree in cui la luce solare diretta viene applicata alla macchina. Sebbene vengano preparati per condizioni atmosferiche estreme, se evitiamo il sole diretto, le nostre apparecchiature per il condizionamento dell’aria funzioneranno molto meglio e la sua vita utile sarà molto più lunga, poiché l’usura a causa delle condizioni meteorologiche sarà minima.

Soprattutto nei luoghi dove il sole estivo è molto forte, si raccomanda che non sia esposto, poiché parte dell’usura, evitiamo problemi con l’alta pressione di condensazione.

Quando il sole è molto forte e la ventilazione della macchina esterna non è buona, eseguiamo il rischio di aumento della pressione del gas e malfunzionamento della macchina. Perciò è conveniente che l’unità esterna sia al riparo dal sole e abbia una buona ventilazione .

Nei luoghi in cui il mare è molto vicino bisogna tenere conto che il sale marino corrode tutti i componenti metallici della macchina con il passare del tempo, per ridurre al minimo si consiglia di orientare la macchina in modo che la ventola sia rivolta verso il mare . In questo modo otteniamo che quando il climatizzatore funziona, assorbe il meno possibile il marisme, evitando così problemi di corrosione.